– stasera inkiostro in radio intervistava il mio nuovo assessore. quando cambia la giunta si riorganizza tutto il comune. ora ho un assessore di 31 anni che dice spera e promette cose. io matteo non lo conosco, ma a me piacerebbe che ascoltasse i dirigenti e tutti quei pezzi del comune che hanno lavorato bene nel loro lavoro, che è quello che adesso comanda lui. quando cambia la giunta il comune viene riorganizzato. stasera mi sono un po' attardata in ufficio. sul tardi è passata la ex direttrice in trasloco in compagnia del nuovo direttore in arrivo (anche se non starà da noi, il nuovo direttore). ci siamo stretti la mano dicendoci "ma noi ci conosciamo già". il mio nuovo capo galattico (direttore del settore, ma anche di tutto il dipartimento) è mio amico su facebook. mica ci conosciamo per quello, ho fatto qualche lavoro per lui tanti anni fa quando era direttore di qualcos'altro. però quando mi ha chiesto l'amicizia su facebook non ho pensato "ora lo metto nella lista noaanoaanooaaa". ogni tanto lo commento pure. il nuovo direttore galattico del settore per cui lavoro da sempre e del dipartimento tutto su facebook posta i video di iosonouncane. roghenroa, sì. però non basta mica quello, eh.

– la mia ultima dipendenza si chiama wordfeud. per una volta una app che non se la tira, visto che gira anche su android. è lo scarabeo, niente di più e niente di meno. anzi, è lo scrabble, visto che è in inglisc. ma questa cosa di giocare con avversari a caso o con gli amichetti tuoi mi piace molto. poi tra gli avversari a caso trovi gli amichetti di gioco nuovi. con loro mica ci fai anche la chat. chatti solo "thank you, great game", alla fine. finora vinco un po' e perdo un po'. in inglese non sono così brava. e se incrociate chiara è umiliazione certa. comunque lì come da mille altre parti sono sonika71. cercatemi!

– quella sera di settembre in cui ho incrociato marcello e gli ho detto "la tua cover su cantanovanta spacca. è davvero una genialata" e lui mi ha risposto "grazie. ma perché non me l'hai mai detto sulle mie cose?" ho risposto come sempre: imbarazzata ma sincera. "le tue cose le ho ascoltate poco. e l'unica volta che ti ho visto dal vivo non era una bella serata per me". marcello ha fatto un disco nuovo che -diobono, sincera- confesso di aver ascoltato una sola volta. ma quello è il mio problema con lo streaming: mi dimentico che esiste, se non ce l'ho lì nella playlist "currently listening to". il disco è bello. a un ascolto solo ne ho tre che mi piacciono. poi me lo riascolto. intanto marcello può detestarmi ancora un po', perché gioisco del fatto che di quella cover geniale ha fatto un video. ambientato lì dove lavoravo e potevo fumare le sigarette facendo passeggiate fino al gasometro e provando ad avvicinare i gatti randagi ma paffuti da non so quante scatolette portate da chiunque. (nessuna nostalgia per quel posto che in quanto a lavoro non è mai stato il mio posto. ma per qualche bella persona e l'aria aperta là fuori sì)

– poi c'è il nuovo disco meraviglia di atlas sound. ma aspetto di ascoltarlo ancora un po'. però secondo me non sarò mai in grado di scrivere del nuovo disco di atlas sound, quindi per ora (o per sempre) mi limito a:

e da vecchia zia penso che se questo mondo non fosse fatto male com'è fatto bradford cox e tutto quello che fa e con chi lo fa sarebbe i sonic youth dei giovini d'oggi.

Annunci