ciao, sono una lesbica e ieri sera sono andata a vedere kaki king.

io non frequento la musica di kaki king: troppo virtuosa, poco roghenroa. è roba da appassionati di jazz, per dire. roba un po' noiosa, per me.
e allora perché sono andata a vederla in concerto? per tre motivi: è lesbica, è bona, è brava. sostanzialmente volevo vedere com'è dal vivo cotanto bella e talentuosa fanciulla.
su disco non l'ascolterei mai (dupalle) e c'è un unico motivo per cui il suo nome non mi è sconosciuto: la collaborazione con i mountain goats nel bellissimo black pear tree ep.
questa canzone, in cui di chitarra non c'è traccia.

era pieno di gente il concerto di ieri sera. gente che non incrocio mai a nessun altro concerto: amanti di musiche popolari ma colte (che io non ascolto) e lesbiche. un sacco di lesbiche, che incontro in giro in tanti altri luoghi, ma mai ai concerti che frequento.

le lesbiche hanno questa cosa strana di andar a vedere una musicista suonare solo perché è lesbica. magari ascoltano vasco rossi, ma te le ritrovi al concerto de le tigre. son fatte così. io le capisco. ma non sono fatta così.

comunque a un certo punto del concerto cotanto bona e virtuosa fanciulla ha fatto un appello dal palco. era in cerca di una ragazza, un appuntamento senza impegno, una che la portasse in giro per party stanotte. così mi hanno detto i miei compagni di concerto, che in quel momento io ero andata in bagno e ho sentito solo le ultime parole del suo appello. i miei compagni di concerto mi hanno detto "su su, fatti avanti". ma figurati. c'ha le unghie lunghe, guarda come suona la chitarra. mi fa paura, quella è una che ti rivolta come un calzino. non mi ci ritrovo in quel ruolo, io. (non l'avrei fatto mai neanche con un'altra. sono timida, io).

a fine concerto kaki vien lì davanti al palco, noi eravamo stravaccati sull'erba a chiacchierare. capannelli di gente, capannelli di lesbiche. le si avvicinano soprattutto gli amanti della musica colta. le lesbiche rimangono lì, in capannello, a una certa distanza. a un certo punto kaki king fa una faccia stufata: stasera non si raccatta niente. e se ne va.

bestie strane, le lesbiche.

Annunci