a volte un difetto, altre no.
sono lenta di elaborazione, assimilazione. ci sono contesti che richiedono una risposta pronta. subito, scattante, immediata. chiamate qualcun altro, io non ce la posso fare. alle cose ci devo pensare, sempre. a tutte le cose. che non significa che io non sia una persona entusiasta. lo sono, ma di entusiasmo lento.
la mia lentezza-di-elaborazione a volte mi crea problemi relazionali. tutte le volte che sono in difficoltà non sono in grado di rispondere a tono. non lo sono mai quando mi attaccano. io poi non mi so arrabbiare. penso sia un brutto handicap, questo. da esperienza quando mi arrabbio succede questo: 1. niente. nel senso che mi arrabbio tantissimo con te, ma tu non lo sai. nel frattempo io ho (in commistioni variabili): un gatto di sei chili sul petto, la piangina anche in ufficio, il cagotto, la gastrite, il pianto isterico porcodìo che faccio solo davanti al gatto, lo sbalinamento totale. 2. mostro che sono arrabbiata. quando lo faccio però non se ne accorge nessuno. al massimo sono meno gentile di quanto troppo gentile sono. o divento acida.
tempo fa in una riunione tra pari mi hanno fatto notare che avevano notato che mi ero incazzata: mi ero alzata facendo un giro attorno al tavolo!
l'altro giorno poi ho chiuso skype in faccia al collega sfanculandolo. che poi lui non è solo un collega, io con lui chiacchiererei davanti a una birra e condividerei un concerto. non è ancora mai successo, ma è plausibile (ciao iuppa, tvb).

comunque questo voleva essere un post su burst apart degli antlers.
ne avevo scritto poco in un weekend spiaggiato in spiaggia. non ho ancora smesso di ascoltarlo. ora lo amo di amore da decimo+ ascolto. non voglio smettere di ascoltarlo.
mi fa pensare che ascolto sempre tutto troppo poco e male, che a dedicare pù tempo ai dischi si scoprono i tesori. così ora vorrei rivedere gli antlers dal vivo per sentir suonare così questi pezzi. suonavano un po' così anche i pezzi di the hospice più o meno un anno fa, ma io non stavo bene un anno fa, per niente.
però questi sono cazzi miei, anniversari mortiferi che non vanno ricordati no no no. quello degli antlers al primavera sound dello scorso anno è stato un bel concerto. questo disco è bellissimo, dopo vari ascolti. quelli che non concedo mai. e che cazzo c'avrò mai da fare.

due dei pezzi belli ma belli. e poi i testi, diomio.

Annunci