ho deciso: stasera vado a vedere i band of horses.
il biglietto non l'ho mai preso, troppo difficile orientarmi nella lista mentale dei pro e dei contro che mi faccio da mesi, spuntando delle voci, togliendone alcune, aggiungendone altre, modificandone il peso.
tipo.
contro: domani mi sveglio alle 7 per fare la baby sitter.
pro: oli, sono i band of horses, per dio.
contro: domani vado a vedere iron&wine, sono vecchia per una doppietta di concerti.
sbarro dalla lista: ricordati che ad aprile fai la tripletta deerhunter-massimo volume-anna calvi.
contro: il cuore.
pro: il cuore.

ho deciso ieri.
per mettere alla prova il cuore in un momento di sproporzionato senso di solitudine, fragilità emotiva e rabbia incandescente. immotivata. la rabbia, dico. insomma, non più motivata rispetto ad altri momenti della mia vita recente.
perché la cinzia ha insistito. brava la cinzia. 
per dare una chance a quell'ultimo disco che ho poco ascoltato e mai comprato.
perché i miei sentimenti non li nascondo mai sotto il tappeto. sono sempre lì, belli ciccioni. ok, questo era più un contro che un pro, ma è lo stesso.
andasse male mi esce una ruga in più. pazienza.

Annunci