a casa mia stasera (la precedente, dico. quella sera in cui si passa da un anno all'altro) ho visto sentito registrato che:

– sono stata abbastanza bene. di chiacchiere, dico.

– mi pareva una bella festa.

– avrei voluto fotografare/videofonare/whatever l'illustrazione del gioco cluedo+strateggismo sentimentale. perché era perfetto e non saprei mai raccontarlo.

– c'erano tutte le persone che amo e a cui voglio bene. ok. un paio che amo non c'erano. c'erano persone a cui voglio bene e altre che conosco troppo poco per dire che.

– non c'erano due persone che amo.

– ma che peccato. e pensieri che non si scrivono qua.

– rimaste qui in tre ho pensato a cosa volevo ascoltare, per i fatti miei. che loro due sonnecchiavano. alla fine di una nottata che è inizio dell'anno.

– e niente. era always for you di album leaf. forse perché  lì su itunes inizia con la a e io scorrevo le lettere, forse no.

– ho pianto in loop pensando "machecazzo"

– machecazzo, duemilaundici.

Annunci