Quanti anni hai se dopo pochi ascolti ti senti costretta a non ascoltare più un disco (che hai amato subito e che sarebbe disco dell’anno a prescindere. Ma smetti di ascoltarlo dopo una manciata di ascolti compulsivi, che questo è un altro anno e voleva essere migliore) perché fa troppo male e poi ti ritrovi a pigiare play proprio su quel brano lì che ti strizza gli organi molli e che in fondo non hai neanche le credenziali per pigiare quel play?
Dodici anni, direi. Quasi trentanove, quelli reali. Che brava che sono stata, che ho stoppato quasi subito dopo il play.
Facciamo quindici anni. Non fa media per niente. E stasera quella canzone è rimasta incistata in testa e non va più via. L’ascolto solitario e compulsivo di qualche mese fa ha fatto di me un cagnetto di Pavlov.
That’s taking forever.

Annunci