(era il post della buonanotte, ma splinder fa sempre un po’ il cazzo che gli pare. quindi buongiorno)

Poi vai via. E la persona che chiami (e lei ti chiama) "moglie"
(perché dopo tutti questi anni di 
 —
amore. amoreodio.
amore.condivisione.
amore.odio.
amicizia.intimità.
condivisione.intimità.
sempreamore.confidenza.
amicizia. piangi. dimmi.
cisono. amicizia.
piango. tistringo.
amore. eccetera.

 —

il nostro rapporto è davvero moglie-moglie)
ti saluta con un sorriso che tradisce troppo il suo entusiasmo. Lo chiameremo ormone, per usare un termine superficiale, ma universalmente comprensibile, su quello che mi diceva il suo sorriso.

Io vado via presto. Ho fatto chiacchiere, anche troppe, rispetto a quanto mi sentivo di chiacchierare. Ho proprio chiacchierato, wow. 
A un certo punto però vado, ché sì.

Poi faccio i pochi minuti a piedi che separano il TPO da casa mia. Meno di una sigaretta. E però vedo la neve. Penso al fatto che quando a Bologna nevica tanto per un giorno (ed era sei giorni fa) e io dico che il mio scooter è bloccato la gente risponde "ma come?? c’è il sole da due giorni!".
Il mio scooter stavolta non è bloccato. Sapevo che sarebbe arrivato lo sconquasso di neve e ho cercato di parcheggiarlo sotto l’ufficio, ma al sole. E lontano dagli spazzaneve.

Al mio solito ingresso-scooter del parcheggio di Piazza Roosevelt c’è ancora un ammasso di neve alto più di un metro. 
Quando sul balconcino delle paglie in ufficio si parla di ogni e dico che arrivo in ritardo di qualche minuto perché è ancora difficile parcheggiare là sotto mi rispondono "ma comeee?? c’è il sole! fa caldo!".

Sì, c’è il sole. Sì, fa caldo. E io il caldo lo sento subito. Io mi spoglio appena sento che posso. 
E sì, sembra quasi primavera. Visto che è (forse) arrivata, quella cazzo di bella stagione?
Eh già. Qui sotto però c’è ancora la neve. 
Quand’è che mi spoglio di nuovo?

(A mia moglie ho chiesto più volte "Qual è il tuo trucco?". Lei ha sempre risposto che non ce l’ha. Che magari a volte è seduttiva, ma il più delle volte no. "Succede", dice. "Sticazzi", rispondo.).

il titolo l’ho messo su a caso alla fine, ma visto che è venuto da solo me la riascolto anch’io:

Annunci